lunedì 31 dicembre 2012

Legge di stabilità, pubblichiamo il testo definitivo: tagli al Fondo di istituto, retribuzione assistenti amministrativi, ferie ...


La sezione "legislazione" aggiornata con il testo della legge di stabilità estrapolando tutti gli articoli che riguardano l'istruzione.

Le principali norme sull'istruzione riguardano:
  1. la retribuzione degli assistenti amministrativi incaricati di svolgere mansioni superiori (articoli 44 e 45)
  2. la retribuzione delle commissioni esaminatrici del concorso a cattedra (articolo 47)
  3. la dismissione di locazioni del MIUR (articolo 48)
  4. il taglio alle risorse finanziarie disponibili per le competenze accessorie del personale del comparto scuola: pari a 47,5 milioni di euro (articolo 51)
  5. il taglio al fondo per la "valorizzazione dell'istruzione scolastica", articolo 4, comma 82, della legge 12 novembre 2011, n. 183 (articolo 52)
  6. il ritorno alla monetizzazione delle ferie (bloccata dalla spending review), ma possono essere fruite nei giorni di sospensione delle lezioni. (articoli 54 e 55)
Per leggere tutti gli articoli vai a questa pagina 

 

L'ISTRUZIONE, CHE DISASTRO !

 Come Ornaghi anche Profumo si è mostrato poco interessato ai bisogni economici di cultura e di ricerca 

Leggi l'articolo

Dimensionamento: la scuola italiana chiude il 2012 nell’illegalità

 2.611 scuole soppresse illegittimamente nell’a.s. 2012/13: metà di esse (1.404) sono scuole dell’infanzia, primarie e circoli didattici, 2.375 nel primo ciclo di istruzione, 39 istituti professionali, 174 istituti tecnici e 23 licei. Quasi la metà dei tagli al Sud in Campania, Sicilia, Puglia e Calabria, anche il Lazio a quota meno 300. La denuncia dell’Anief ai Presidenti di Regione dopo lo stralcio della nuova norma dalla legge di stabilità. 

Leggi l'articolo



Un articolo per ricordare Levi Montalcini

 Solo l’istruzione può garantire il futuro ai tanti giovani nel mondo

Leggi l'articolo

QUELLO CHE L'AGENDA MONTI NON DICE

di Andrea Florit, dal Coordinamento Precari di Venezia, 30.12.2012

Chi potrebbe non condividere i contenuti dell'Agenda Monti sulla scuola (in gran parte copia-incolla di un vecchio documento di Pietro Ichino)? Tanti buoni propositi, tante belle frasi. Si parla di rompere lo schema culturale per cui il significato della professione di insegnante è stato mortificato, di rimotivazione dei docenti e di...

Documento dell’Assemblea Sindacale dei docenti dell’IPSS “Sandro Pertini” di Cagliari



I Docenti dell’IPSS “Sandro Pertini” di Cagliari, riunitasi in assemblea Ssndacale il 19.12 c.a., esprimono grave preoccupazione, indignazione e profondo dissenso nei confronti delle scelte politiche del Ministro Profumo e più in generale del Governo, fortemente punitive verso la scuola pubblica, caratterizzate da tagli di risorse e personale, attuati in forme diverse e non sempre trasparenti, nonché da una martellante svalutazione della professionalità e della libertà di insegnamento.
I docenti esprimono inoltre netta contrarietà ai seguenti provvedimenti all’ordine del giorno dell’agenda politica:...

domenica 30 dicembre 2012

UN LIBRO PER UN MINUTO: RESOCONTO DELLA GIORNATA - 2

28 DICEMBRE 2012
Antonella Piras

Un libro regalato a ciascuno dei passanti disponibili a prestare ascolto per  un minuto alla narrazione, da parte degli  insegnanti del coordinamento di Cagliari , delle condizioni della scuola pubblica italiana, dei motivi della contestazione e delle riflessioni su ciò che dovrebbe essere la scuola pubblica, perché sia rispettato il dettato costituzionale.  Il coordinamento ha raccolto diverse centinaia di libri, ne ha fatto dei pacchetti regalo e, per l’intera giornata del 28 dicembre, in una delle vie del centro,  ha dato vita a questa originale manifestazione. I passanti hanno accolto con stupore e incredulità, poi con partecipazione e solidarietà , l’ offerta inattesa,  ormai assuefatti a ricevere solo...

sabato 29 dicembre 2012

UN LIBRO PER UN MINUTO: RESOCONTO DELLA GIORNATA


28 DICEMBRE 2012
Paola Frau

Siamo arrivati intorno alle nove, tempo un'ora e la nostra postazione era pronta. Abbiamo iniziato a fermare i passanti, molti dei quali temendo fossimo venditori di qualcosa, tiravano avanti accelerando il passo. Così nel presentarci abbiamo iniziato a dire: ” sono un'insegnante e non vendo nulla...

Un libro per la scuola

 un articolo di Mario Gottardi da "L'Unione Sarda" del 29 dicembre 2012

Vi spieghiamo cosa non funziona in classe

Un libro in cambio di ascolto

Leggi l'articolo de "L'Unione Sarda" del 28 dicembre 2012

L'iniziativa "Un libro per un minuto"

di Laura Parisi
L'iniziativa "Un libro per un minuto" ha dimostrato che la partecipazione "attiva" e il lavoro in comune concorrono a definire una prassi di un progetto che si "costruisce" in itinere, che prende forma nel tempo, perchè la democrazia, anche nelle pratiche, ha bisogno di tempo, di ascolto. Ieri in via Roma, soprattutto i giovani, hanno mostrato di apprezzare la forma "comunicativa" di questa iniziativa. Infatti questa dimensione comunicativa, da non confondere con quella meramente "informativa", è ciò che manca alle attuali relazioni politiche; la comunicazione in forma "pubblica" presuppone il confronto, lo scambio di idee, la libera espressione della propria personalità al di fuori della rigidità delle regole sociali improntate sulle logiche di potere. Ieri abbiamo sperimentato e "mostrato" che una prassi in comune "è possibile". Un apprezzamento per il lavoro svolto a "tutti e tutte noi

venerdì 28 dicembre 2012

storia di una precaria

precari-scuola-profumodi Vincenzo Soddu

Marina si toccò nuovamente il seno sinistro.

Quel maledetto nodulo che da qualche giorno l’aveva ingrossato… era anche quello un ulteriore, magnifico regalo dei due ministri?

Nell’ultimo anno Marina aveva trascorso più ore al computer e sui libri che con gli esseri umani…

Legge di stabilità: Scuola e Università ridimensionate

 Sottratti dal Fis altri 47,5 milioni, ridotti ancora i permessi sindacali e la portata di alcuni progetti nazionali. Per i sindacati è poi grave che nella versione approvata manchino alcuni emendamenti. Come quelli sui ‘quota 96’ e sullo stop al dimensionamento. E agli atenei non arriveranno 300 milioni

Leggi l'articolo...

L'Istruzione Tecnica non è di serie B

 di Amelia Elia

"...Nelle società benestanti i ragazzi e le loro famiglie tendono a dimenticare che il fine dello studio è garantirsi un lavoro..."

Leggi l'articolo...

Sud, crolla il lavoro: persi 330.000 posti

 Confindustria: in 4 anni chiuse 16mila imprese, perduti 24 miliardi di Pil

leggi...

giovedì 27 dicembre 2012

Volantino per il 28 dicembre: 1 LIBRO PER 1 MINUTO


Coordinamento Insegnanti Cagliari
 La Scuola Pubblica, istituita dalla nostra Costituzione repubblicana, dal dopoguerra ad oggi ha garantito (pur con limiti e difetti) il diritto allo studio in tutto lo Stato italiano, dando la possibilità a tutti i cittadini di studiare...

Non siamo maturi per l’Autonomia

di Gian Carlo Sacchi
L'articolo espone una interessante riflessione sull'autonomia scolastica ricca di spunti che, anche se non condivisibili, offre materiale per approfondimenti
Leggi l'articolo

IL MANTRA DELLE 18 ORE: oltre la didattica frontale.


 di Giancarlo Cerini

Allora, chi ha vinto?
Difficile parlare di orari di lavoro degli insegnanti, di questi tempi, tra improvvide manovre finanziarie e scontatissime reazioni “piccate” degli insegnanti. Questo “confronto” muscolare l’abbiamo già visto in altre occasioni (come non ritornare al “concorsone” di Luigi Berlinguer, ministro carismatico ma costretto alle dimissioni dalla protesta dei docenti). Anche questa volta gli insegnanti hanno vinto (stando agli emendamenti soppressivi del Parlamento sulla proposta di elevare l’orario frontale da 18 a 24 ore settimanali di insegnamento)Continua a leggere...

Situazione finanziaria delle scuole: le solite cattive notizie


da Tecnica della Scuola
Situazione finanziaria delle scuole: le solite cattive notizie
di R.P.
Per la contrattazione di scuola bisognerà aspettare la firma definitiva del CCNL sugli scatti stipendiali  prevista per la fine di gennaio. Per il funzionamento amministrativo e didattico i fondi saranno scarsi, come sempre.
Continua a leggere...

Si presenta alla preselezione ma rifiuta di svolgere la prova

di Imnotheia Tirotto e Angela Tirotto

Sono andata alla preselezione per concorso e dopo aver effettuato il riconoscimento e aver firmato la presenza io e mia sorella abbiamo chiesto che venisse messo a verbale il nostro rifiuto di svolgere la prova lasciando un foglio con scritte le nostre motivazioni che riporto qui di seguito con la speranza venga condiviso e che magari abbia anche un seguito:

Fornero: addio alla politica, guai a rinnegare la Riforma

Leggi qui

martedì 25 dicembre 2012

È nato a Ferrara LA SCUOLA È DI TUTTI

È nato a Ferrara LA SCUOLA È DI TUTTI, un coordinamento  composto da insegnanti   “liberi e pensanti” provenienti da diversi  istituti della città e provincia. Spinti dalla sempre più preoccupante  situazione in cui versa la scuola pubblica statale, molti docenti hanno deciso di unirsi per denunciare i problemi e le disfunzioni cui  ogni giorno sono sottoposti tutti coloro che vi operano, in primis gli  studenti. Tra gli scopi del coordinamento rientrano la...

lunedì 24 dicembre 2012

Supplenze: i dirigenti possono pagare le ferie non usufruite

Ufficio Stampa Anief
Il sindacato avverte i dirigenti che è cessato l’obbligo della non monetizzazione previsto dalla Spending review e che è approvata la deroga richiesta dall’Anief. Ma le ferie possono essere prese durante la sospensione delle lezioni. La nuova norma entra in vigore...

Il programma di Monti per la scuola: incentivare dirigenti e docenti migliori

Mario Monti, Primo Ministro uscente del governo "tecnico", ha pubblicato online il proprio un proprio programma elettorale al fine di raccogliere attorno ad esso una coalizione politica. Vediamo insieme cosa prevede per la scuola. Parola d'ordine: merito...

mercoledì 19 dicembre 2012

martedì 18 dicembre 2012

Mercoledì 19 Dicembre, ore 17.00, all'Istituto Alberghiero Gramsci di Monserrato


Mercoledì 19 Dicembre alle ore 17.00 , l'assemblea permanente dei docenti dell'Istituto alberghiero Gramsci di Monserrato apre ad  una delegazione di studenti, ai genitori , agli insegnanti che aderiscono al Coordinamento  della provincia e alla stampa locale .

All'ordine del giorno i problemi della scuola pubblica causati dalle politiche scolastiche basate sui tagli , l'assetto democratico degli organi di governo della scuola  a rischio in seguito al Disegno di legge Ghizzoni ( ex Aprea),  l'accordo sulla produttività firmato da alcuni sindacati in vista del prossimo contratto nazionale , che considera la scuola pubblica alla stregua di un'azienda , e altri problemi di ordine generale .

Concorso, ecco tutte le risposte esatte dei quiz, scaricali!

https://docs.google.com/open?id=0B24vw9ksKmizaUZIdFoydnhmUmM

Comunicato dell’Assemblea dei docenti Dell’Istituto Alberghiero A. Gramsci di Monserrato


In data 17 Dicembre 2012 i docenti dell’Istituto Gramsci  si sono riuniti in assemblea permanente  in segno di protesta per le politiche scolastiche adottate nel tempo dai vari  Governi,  che hanno gradualmente impoverito la scuola pubblica .
La legge per l’autonomia scolastica ha generato una serie di provvedimenti...

Lettera ai miei allievi: oggi hanno bocciato il maestro!

Cari allievi, oggi il vostro maestro è stato bocciato. Sì, avete letto bene: il Ministero della Pubblica istruzione, al Concorsone, mi ha rimandato. 

Il maestro, che ogni anno entra in classe insegnando storia, geografia, musica, educazione all’immagine, informatica, scienze, dopo aver passato un concorso e ottenuto l’abilitazione nel 1999, non ha passato il test di preselezione che è stato costretto a fare per tentare di non essere più precario...

1 libro per 1 minuto


lunedì 17 dicembre 2012

Comunicato dell’assemblea nazionale della scuola del 16 dicembre


Oggi 16 dicembre 2012 si è riunita l’assemblea nazionale del movimento delle scuole, in contemporanea e in collegamento con il seminario “Per un governo democratico della Scuola della Costituzione”. 

Erano presenti rappresentanti dei coordinamenti locali e di singole scuole dalle province di Cagliari, Bari, Ferrara, Napoli, Genova, Modena, Terni, Latina, Roma e Castelli romani. Hanno comunicato l’adesione all’assemblea, pur nell’impossibilità di essere presenti i coordinamenti locali di Torino, Milano, Pisa, Pesaro e Urbino, e Trieste, Avellino.
L’assemblea decide di far nascere un coordinamento nazionale...

LETTERINA A GESU’ BAMBINO

di Paola Murru
Caro Gesù Bambino, siamo insegnanti di quella scuola che ancora definiamo pubblica ,scuola ormai in agonia,incapace di trarre giovamento dalle tante” cure ” cui è stata sottoposta nel tempo. E’ ora di riconoscere l’inefficacia di qualunque protocollo usato al suo capezzale. Le diagnosi non hanno trovato medicine e medici in grado di guarirla...

domenica 16 dicembre 2012

Gli Insegnanti di Torino per la Scuola Pubblica.

MANIFESTO PER LA SCUOLA PUBBLICA COME BENE COMUNE 

Siamo insegnanti della Scuola Pubblica Italiana. Da anni assistiamo al progressivo impoverimento e smantellamento dell' istituzione scolastica del nostro paese. Ciò avviene in aperto contrasto con quanto sancito dalla Costituzione repubblicana.

Nelle intenzioni dei membri Costituenti, infatti, la scuola doveva essere aperta a tutti, anche nei gradi più elevati di studio e la Repubblica avrebbe dovuto rendere effettivo questo diritto per «i capaci e meritevoli anche se privi di mezzi» (Costituzione, art. 34): dunque una scuola aperta e inclusiva. Ciò perché compito della Repubblica è «rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che [...] impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del paese» (Costituzione, art. 3)...

 A 24 ore dall'ultima protesta contro i tagli alla scuola, stamane nuova manifestazione degli studenti a Cagliari, questa volta non autorizzata. Disagi per il traffico. Stefano Birocchi

 

Scuola di classe

Abbiamo un'idea vecchia dei professori e non vediamo i tanti bravi insegnanti

 https://docs.google.com/open?id=0B24vw9ksKmizYTFoV0ktbkFsWFk

Comunicato dell’Assemblea dei docenti Dell’Istituto Alberghiero A. Gramsci di Monserrato


 DOCUMENTO APPROVATO DALL’ASSEMBLEA PERMANENTE  DELL’ ISTITUTO “  PRIMO LEVI” QUARTU S. ELENA

Le proposte del governo sull’aumento dell’orario di lavoro degli insegnanti, i tagli ai finanziamenti e la proposta di un Ddl (Ghizzoni ex Aprea) che, se approvato,  ridurrebbe la sovranità degli organi collegiali e  il ruolo della scuola pubblica, hanno prodotto riflessioni e  discussioni in numerosi istituti italiani e fra i docenti di questo istituto.
A tale scopo si è pensato di attivare uno spazio di dialogo aperto all’interno dell’Istituto Levi...

sabato 15 dicembre 2012

Assemblea Cambiare si può

http://www.cambiaresipuo.net/ai1ec_event/cagliari/?instance_id


CAGLIARI


Quando: Back to Calendar16 dicembre 2012 @ 10:00 - 11:00
Dove:Via Santa Croce
09124 Cagliari
Italia

CAGLIARI
Assemblea: domenica 16 dicembre alle ore 10. Ghetto degli ebrei. sala delle mure, via Santa Croce 

Per un governo democratico della Scuola della Costituzione

Seminario

Per un governo democratico della Scuola della Costituzione
Domenica 16 dicembre 2012 – ore 10.30
Palazzo della Provincia – Sala Di Liegro (II piano)
ROMA
Programma
Ore 10.30 – Apertura dei lavori: Antonia Sani
Introduzione: Carlo Salmaso
(Comitato Genitori ed Insegnanti per la Scuola Pubblica di Padova)
Presentazione della proposta: Corrado Mauceri
Ore 11.30 – Dibattito con le Organizzazioni sindacali,
le associazioni professionali e del mondo della scuola,
le rappresentanze di movimenti, studenti, genitori
Ore 13.30 – Pausa pranzo in loco
Ore 14.30 – Ripresa del dibattito
Ore 15.30 – Tavola rotonda con le forze politiche di sinistra e centrosinistra
Ore 17.00 – Conclusioni

Dal liceo Motzo la protesta sbarca al Levi



da "L'Unione Sarda" di Mario Gottardi
Si passano il testimone, come in una staffetta. Dopo le proteste al liceo "Motzo" ora tocca all'istituto "Levi" di Pitz'e Serra, dove da martedì un centinaio dei 130 docenti sono in assemblea permanente: di mattina lezione, il pomeriggio assemblee. Ieri i docenti hanno discusso un documento, con cui si accusa il governo di voler <<smantellare la scuola pubblica>>.
La protesta. L'agitazione è iniziata al "Motzo" circa un mese fa, quando il ministero ha annunciato l'aumento da 18 a 24 ore dell'insegnamento in cattedra (cui va aggiunto il tempo per correggere i compiti e per le attività assembleari). La protesta prende di mira anche i tentativi di privatizzazione, che <<aboliscono gli organi collegiali per sostituirli con un CDA, rafforzano il potere dei presidi e basano tutta l'attività sulla valutazione invece che sulla formazione>>.
Spega l'insegnante del "Levi", Antonella Piras...

Nuove classi di concorso dall’a.s. 2013/14. Come saranno gestiti organici, sovrannumerari e graduatorie precari

Allo studio del CNPI la bozza di decreto per la costituzione delle nuove classi di concorso che dovrebbero essere attivate dall’a.s. 2013/14. 

Analizziamo le norme transitorie, cioè quelle che definiscono il destino dei docenti a tempo determinato in servizio su classi di concorso che confluiranno in ambiti più ampi e la futura composizione delle graduatorie ad esaurimento. Proponiamo, in attesa dell’approvazione definitiva, le tabelle delle nuove classi di concorso...

Da Caserta parte la protesta clamorosa dei docenti:"Cancellazione di massa dai sindacati"

 Scritto da  Germano Milite Sabato, 15 Dicembre 2012 00:05

CASERTA - Anche gli insegnanti delle scuole medie superiori, dopo gli alunni che hanno protestato in massa lungo tutta la Penisola, decidono di mobilitarsi e lo fanno con azioni concrete e clamorose.

diaz-occupatoIn particolare parte dal Liceo Armando Diaz di Caserta, ma promette di diffondersi presto in molti altri istituti di Caserta e provincia, una forma di protesta del corpo docenti che risulta effettivamente (e finalmente) decisa e risoluta: praticamente tutti gli insegnanti dello storico Liceo casertano, famoso per aver accolto studenti come Francesco Piccolo e Roberto Saviano, hanno infatti deciso di abbandonare ufficialmente la propria iscrizione ai rispettivi sindacati...

venerdì 14 dicembre 2012

Cagliari, occupato il liceo classico Siotto Gli studenti contro i tagli dello Stato

Gli studenti hanno deciso di occupare la scuola ad oltranza, garantendo il regolare svolgimento delle lezioni, per dire "no alle politiche di austerità".

Cagliari, occupato il liceo classico Siotto Gli studenti contro i tagli dello StatoL'entrata del liceo classico Siotto (FOTO SIMONA ARHEMALLE)
Da martedì sera anche gli studenti del liceo classico Siotto di Cagliari hanno deciso di occupare la scuola ad oltranza, garantendo il regolare svolgimento delle lezioni, per dire "no alle politiche di austerità che non hanno come priorità l'istruzione e la formazione delle nuove generazioni e per proporre un nuovo modello di scuola e di società che veda nell'istruzione una risorsa e non un peso". "Noi crediamo - hanno spiegato i ragazzi che occupano la scuola - che per uscire da questa crisi non servano tagli lineari ma serva...

Scatti di anzianità: il calcolo

 Pibblichiamo l'ipotesi di CCNL sottoscritto il 12 dicembre 2012 elaborato dalla CISL Scuola

https://docs.google.com/open?id=0B24vw9ksKmizTXRsc2ctMVZDcFU

E’ l’ora delle Scelte politiche a scuola: la Programmazione didattico-educativa

Laura Parisi

Sono una insegnante del Liceo Siotto, in occasione delle proteste studentesche a seguito delle scelte politiche del governo che tagliano le risorse e non riconoscono il lavoro del personale della scuola pubblica, come si evince dalle ultime norme e proposte del ministero, ho deciso di dare alla mia attività didattico educativa un taglio politico di manifesta solidarietà nei confronti delle iniziative di protesta studentesca...

In merito al CCNL sul ripristino scatti di anzianità, riceviamo dall'avv. Marco Barone

E' stato firmato da Cisl, Uil, Snals e Gilda il 12 .12.12 alle ore 21.45 presso l'Aran l'accordo che riguarda il come reperire le risorse in tema di scatti di anzianità per il solo personale assunto a tempo indeterminato nella scuola. 

Quello precario, nonostante i dettati comunitari e la giurisprudenza affermata, ancora una volta sembra essere escluso. Si attinge sempre dai fondi destinati alla scuola, non si attinge invece, come era auspicabile, da altre risorse che pure esistono. Mi soffermo però su una questione specifica che è trattata come promemoria per il futuro contratto che verrà, che riguarda la produttività nella scuola...

giovedì 13 dicembre 2012

Assemblea Nazionale dei coordinamenti


Domenica prossima, 16 dicembre, si terrà a Roma la prima assemblea nazionale del movimento delle scuole contro i tagli, per la difesa e il rilancio dell'istruzione pubblica statale.

Hanno comunicato la propria partecipazione coordinamenti e singole scuole da Torino, Milano, Genova, Pisa, Bologna, Napoli, Pesaro e Urbino, Caltanissetta, Cagliari, Aprilia, Latina, Castelli romani, Bari, Udine, Vicenza, Pistoia, Ferrara... che si incontreranno con le oltre 140 scuole in mobilitazione di Roma, per coordinarsi e decidere insieme le prossime iniziative nazionali...